Auto per neopatentati, quale scegliere?

Il neopatentato, durante il primo anno dal conseguimento della patente, può guidare solo veicoli con un preciso rapporto peso potenza. Conoscere i modelli di auto per neopatentati è dunque fondamentale per non incorrere in sgradevoli sanzioni. In questo articolo illustriamo i principali modelli che rispettano tali limiti, categoria per categoria.

Chi è il neopatentato

In Italia è considerato neopatentato chi ha conseguito la patente da meno di 3 anni. Durante questo periodo, il neopatentato deve rispettare a una serie di limitazioni alla guida.

Limiti per i neopatentati: quali sono

I limiti per i neopatentati riguardano la velocità, la potenza del veicolo guidato, il valore della sanzione applicata in caso di infrazione e l’assenza di tolleranza in caso di guida in stato di ebrezza.

I limiti di velocità per neopatentati sono fissati a 100 chilometri orari in autostrada e 90 chilometri orari su strade extraurbane, per i primi tre anni dal conseguimento della patente.

Durante questo periodo, il punteggio detratto dalla patente a seguito di infrazioni è raddoppiato. Se si guida mentre si parla al telefono, si perdono 10 punti anziché 5. Viceversa, il punteggio accreditato per guida senza infrazioni è dimezzato: si riceve 1 punto anziché 2 per ogni anno di guida pulita.

Sempre nei primi 3 anni, il tasso alcolemico del neopatentato deve essere sempre pari a 0, non c’è la tolleranza dello 0,5. Se il tasso alcolemico è compreso tra 0 e 0,5, la multa è di 624 euro. Se tra 0,5 e 0,8, la multa può arrivare a 2000 euro, con sospensione della patente per 6 mesi. Se tra 0,8 e 1,5, la multa raggiunge i 3200 euro, con sospensione della patente fino a 12 mesi e rischio di arresto per 6 mesi. Oltre 1,5, scatta l’arresto per 1 anno e la sospensione della patente per 24 mesi.

Chi è il neopatentato
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Rimani sempre aggiornato! Ricevi consigli esclusivi, informati sulle ultime novità di Autohero e molto altro ancora.

Quale auto possono guidare i neopatentati.


L’articolo 117 del codice della strada stabilisce che un neopatentato può utilizzare solo auto con un rapporto peso potenza pari a 55 kW/T, e una potenza massima di 70 KW, cioè circa 95 cavalli. Per fare un esempio, la Mini 5 porte One pesa 1140 Kg, cioè 1,14 tonnellate, e ha un motore di 55 KW (75 CV). Il suo rapporto peso potenza è di 48,2 KW/T (55 KW / 1,14 T = 48,2), perciò è idonea per un neopatentato. Viceversa, una Mini Cooper con 100 KW, ha un rapporto peso potenza di 87 KW/T, perciò non è idonea per un neopatentato.

Esiste una deroga, che permette di guidare veicoli con rapporto peso potenza superiore a 55, a patto che in auto, insieme al neopatentato, vi sia una persona di età non superiore a 65 anni, in possesso di patente della stessa categoria o superiore (C o D), da almeno 10 anni.

Se non si rispettano queste norme, la sanzione è compresa tra i 161 e i 647 euro, oltre alla sospensione della patente da 2 a 8 mesi. Il limite del rapporto peso potenza e potenza massima dura 1 solo anno, e non 3 come i limiti di velocità, sanzioni per infrazioni e tolleranza alcolemica.

Auto per neopatentati: quali modelli esistono

Esistono circa 900 modelli di auto omologate per neopatentati, tra city car, utilitarie, berline, monovolume e SUV.

Bisogna considerare che nelle auto grandi, come berline e SUV, la motorizzazione che rispetta le norme per neopatentati è di solito solo una, e non pienamente adeguata alla mole e alle potenzialità del veicolo. Un buon consiglio può dunque essere quello di orientarsi su auto più piccole, come utilitarie e city car, che offrono una scelta di motorizzazione più ampia e adeguata.

Ad esempio, una Ford Fiesta ha un ventaglio di motorizzazioni idonee ai neopatentati più ampio rispetto a una Dacia Duster, che invece ne ha uno solo a listino.

Dunque, se l’auto in famiglia è una e deve rispettare le esigenze di tutti, ha senso fare un compromesso tra motore piccolo e auto grande. Se le auto sono più di una, meglio orientarsi su modelli più idonei al loro scopo.

Fatte queste premesse, in questo articolo vediamo alcune delle principali auto per neopatentati, divise per categorie di appartenenza.

Le city car per neopatentati

city car neopatentati
Le auto del segmento A sono le più adatte per chi vive in città. Piccole, agili, semplici da guidare, rappresentano un compromesso perfetto per il neopatentato.

La Toyota Yaris è il modello che primeggia in questo settore. Le forme generose dell’ultima generazione (la 4°) la rendono più vicina a un’utilitaria, ma mantiene il carattere di auto pratica, trasversale e solida, dai consumi bassi e dotazione di serie ricca. È l’unica city car omologata 5 posti.

Per chi cerca un design più iconico, la scelta ricade sulla FIAT 500. Auto sempre alla moda, è disponibile in tantissime versioni, capaci accontentare anche i palati più esigenti.

In alternativa, si può scegliere la cugina francese: la Renault Twingo. La linea “allungata” è ripresa dalla Smart Forfour, con cui condivide anche il motore centrale e le 5 porte, che rendono molto comodo l’ingresso nell’abitacolo.

Per chi invece bada alla sostanza, consigliamo l’intramontabile FIAT Panda, un’auto che si rinnova di generazione in generazione, mantenendo linee cubiche e slanciate che la rendono pratica e robusta.
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Rimani sempre aggiornato! Ricevi consigli esclusivi, informati sulle ultime novità di Autohero e molto altro ancora.

Le utilitarie per neopatentati

utilitarie per neopatentati

Le auto del segmento B sono le più versatili, capaci di rispondere a ogni esigenza del guidatore neopatentato: lavoro, amici e gite fuori porta. Hanno tutte 5 posti e un ampio ventaglio di motorizzazioni. Attenzione però ai modelli più “sportivi”, perché possono superare la soglia dei 70 KW di potenza massima.

Tra le utilitarie consigliamo la Opel Corsa. L’ultima generazione è nata sotto la guida del gruppo francese PSA, perciò condivide la piattaforma con la Peugeot 208 e la Citroen C3, ma rispetto alle cugine francesi, ha un rapporto prezzo/dotazioni più ricco e una linea più rigorosa.

Per chi invece cerca una linea più leggera, può optare per la Ford Fiesta, utilitaria capace di coniugare concretezza, comodità e un pizzico di sportività, specie nella versione ST-Line. Come la Opel Corsa, ha un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Sul versante opposto, troviamo la Lancia Ypsilon. È una delle utilitarie col rapporto prezzo/dotazioni più elevato, e con l’ultimo aggiornamento le motorizzazioni disponibili si sono ristrette a due sole varianti. Resta comunque un’auto unica, dalle forme classiche ed eleganti, capaci di ricontestualizzare lo stile retrò nell’epoca contemporanea. Un’auto per chi ama apparire.

Per chi cerca una qualità premium invece, può orientarsi sulla Volkswagen Polo. Il family feeling dell’ultimo restyling è sempre più simile a quello della sorella maggiore, la Golf, rendendola molto apprezzata da giovani e non solo. Tutte le motorizzazioni, eccetto le più sportive R-Line, sono adatte ai neopatentati.

suv neopatentati

SUV e Crossover per neopatentati

Sono le auto del momento, molto apprezzate perché capaci di coniugare le caratteristiche uniche di veicoli appartenenti a segmenti differenti.

Esistono numerose varianti di SUV e Crossover, da quelli compatti per la città a quelli lussuosi per i lunghi viaggi. In generale però non è una categoria di auto pensata per i neopatentati, ma può capitare che una famiglia decida di cambiare l’unica auto posseduta e cerchi un modello alla moda e che copra tutte le esigenze.

In tal caso, la Dacia Duster è il SUV col miglior rapporto prezzo/dotazioni. Negli anni ha maturato uno stile personale e molto apprezzato. Esiste una sola motorizzazione valida per neopatentati, l’attuale 1.0 tre cilindri da 90 cavalli, mentre tra l’usato delle generazioni precedenti si trova il 1.5 diesel da 95 cavalli.

Entrambi i motori sono della Renault, proprietaria di Dacia, perciò, qualora si volesse acquistare il SUV francese, la Renault Capture, la scelta di motorizzazione per neopatentati resta la medesima della Duster.

Se non si bada al prezzo, si può optare per la Volkswagen T-Cross, SUV cittadino sviluppato sulla base della Polo. La motorizzazione per neopatentati è sempre una: il 1.0 benzina da 95 cavalli, relativamente brillante viste le dimensioni compatte dell’auto. Meccanica e piattaforma della T-Cross sono, in alternativa, condivisi dai SUV Skoda Kamiq e Seat Arona, marchi di proprietà del gruppo Volkswagen AG, anche loro motorizzati col 1.0 benzina da 95 cavalli.

Infine, tra i SUV italiani segnaliamo la FIAT 500X, versione crossover della city car torinese, della linee muscolose e sportive. Disponibile, come per tutte le auto di questa categoria, un solo motore per neopatentati: il diesel 1.3 Multijet da 95cv.

Iscriviti alla nostra Newsletter!
Rimani sempre aggiornato! Ricevi consigli esclusivi, informati sulle ultime novità di Autohero e molto altro ancora.

Le auto di famiglia per neopatentati

auto di famiglia per neopatentati

Un tempo si chiamavano monovolume. Si caratterizzano per l’abitabilità e la capacità di carico elevata.

Di solito si tratta di auto di grosse dimensioni, anche se esistono varianti più compatte, con motorizzazioni fuori norma per i neopatentati. Tuttavia, facendo un’attenta ricerca, è possibile trovare alcune monovolume adatte a famiglie che vogliono avere un’auto trasversale.

Una di queste è la FIAT 500L, una delle poche monovolume adatte a neopatentati rimaste a listino. L’ultima versione, presentata nel 2022, strizza l’occhio al segmento SUV, ma l’abitabilità e la capacità di carico restano quella di una monovolume classica. Due motorizzazioni disponibili anche per neopatentati: benzina 1.4 e diesel 1.3 Multijet, entrambi da 95 cavalli.

Se si vuole un’alternativa, bisogna andare fuori listino e cercare tra l’usato. In questo caso, modelli antecedenti al 2018, come la Ford B-Max, la Renault Megane Scenic o la Opel Meriva, possono rispondere alle esigenze di abitabilità e motori limitati all’uso per neopatentati.

Le Berline per neopatentati

Berline per neopatentati


Le vetture del segmento C, dette anche berline medie, sono auto spaziose, curate, sicure e ben equipaggiate. È un segmento popolato da modelli che hanno fatto la storia dell’automobile, perciò intramontabile.

Tuttavia, negli ultimi anni, offre sempre meno scelta ai neopatentati e alle famiglie che cercano un’auto trasversale. Ad esempio, l’ottava generazione della Volkswagen Golf, auto che rappresenta più di tutte questa categoria, non ha un motore adatto ai neopatentati. Bisogna rivolgersi alle generazioni precedenti, come la Golf 7, col 1.2 benzina da 85 cavalli e il 1.6 diesel da 90 cavalli, o la Golf 6, con il 1.4 benzina da 80cv.

In alternativa, si può optare per la cugina spagnola, la Seat Leon, berlina costruita sotto la guida del gruppo Volkswagen AG, con un ottimo rapporto prezzo/dotazioni. La scelta dei motori per neopatentati è sempre limitata a uno: il 1.0 tre cilindri da 90 cavalli.

Se si cerca qualcosa di più iconico invece, è disponibile la Mini 5 porte One, che monta un motore 1.5 benzina da 75 cavalli, sviluppato appositamente per i neopatentati. Nonostante sia una Mini più familiare (cinque porte, passo lungo, bagagliaio ampio), il carattere alla guida è lo stesso della 3 porte, divertente e brioso, nei limiti della potenza data dal motore da 55KW.

Iscriviti alla nostra Newsletter!
Rimani sempre aggiornato! Ricevi consigli esclusivi, informati sulle ultime novità di Autohero e molto altro ancora.

Fuori categoria. Auto sportive e premium per neopatentati

auto sportive neopatentati

Ci sono auto che nascono per far breccia tra i giovani automobilisti. Capita però che escano di produzione, oi che abbiano prezzi d’acquisto molto elevati. Per questo vogliamo qui dare spazio a due utilitarie sportive e premium, adatte ai neopatentati, da cercare nel mercato dell’usato.

Una è l’Alfa Romeo MiTo, uscita di produzione nel 2018. II suo design sportivo riprende quello della fuoriserie 8C Competizione, con linee sinuose e grossi fari tondi. È stata la prima Alfa Romeo a montare la tecnologia DNA, sistema che permette di modificare elettronicamente le doti dinamiche dell’auto, adattandola così al proprio stile di guida, ora più sportivo ora più turistico. Le motorizzazioni disponibili per neopatentati sono due: il 1.4 benzina da 78 cavalli, e il 1.3 diesel da 85 CV.

L’altra l’Audi A1. Nata per contrastare il successo della MiTo tra i giovani, si è subito fatta notare per la linea aggressiva e tecnologica, come da tradizione Audi. Con l’ultimo aggiornamento (2018), mantiene una sola motorizzazione per neopatentati, il 1.0 benzina da 95 cavalli. Ma rivolgendo lo sguardo al mercato dell’usato, la generazione precedente offre, oltre che un prezzo d’acquisto più basso, anche due interessanti motori diesel, il 1.4 TDI ultra tre cilindri, e il 1.6 TDI, entrambi con 90 cavalli.

Compra la tua auto online facilmente!
Trova la tua auto