Miglior auto ibrida: 8 proposte per il 2023

Il mercato dell’auto è indirizzato verso l’elettrificazione totale. In questa fase di transizione, si sono diffusi i motori ibridi termico-elettrico, che riducono i consumi, abbattono le emissioni e migliorano le prestazioni del veicolo. Se per il 2023 hai scelto di acquistare un’auto ibrida, questa guida ti aiuterà a scegliere la migliore.

Auto ibride elettrificate: cosa sono e come funzionano

Le auto ibride funzionano con un classico motore termico, accoppiato a uno o più motori elettrici. Ciò significa che possono utilizzare sia il carburante che l’energia elettrica per muoversi, e sono più efficienti dal punto di vista dei consumi e delle emissioni inquinanti.

Vantaggi e svantaggi di un’auto ibrida

I vantaggi di un’auto ibrida sono numerosi:
  • Risparmio di carburante, perché l’unità elettrica aumenta il range di autonomia dell’auto
  • Risparmio sull’acquisto, perché chi compra un’auto ibrida può usufruire di numerosi incentivi, dagli sconti diretti alla riduzione delle tasse di possesso
  • Maggior libertà di movimento, perché le auto ibride non sono soggette alle restrizioni sulla circolazione
  • Nessun cambio d’abitudine, perché un’auto ibrida si si gestisce e si guida come un’auto termica.

Ci sono degli svantaggi? Alcuni, ma meno rilevanti di quel che si crede:
  • Un’auto ibrida ha un costo d’acquisto maggiore rispetto a una tradizionale, ma può usufruire di numerosi incentivi per l’acquisto e la gestione, che ammortizzano la spesa iniziale
  • Un’auto ibrida richiede una manutenzione specializzata, ma le case automobilistiche forniscono una garanzia lunga e soluzioni adeguate al corretto mantenimento dell’auto.

I vantaggi sono superiori agli svantaggi, perciò la scelta di un’auto a trazione combinata benzina-elettrico, per molti automobilisti si sta rivelando vincente.

Che tipologie di auto ibride esistono?

Esistono diverse tipologie di motori ibridi, divisi in base alla potenza, all’autonomia e alla modalità di ricarica della componente elettrica. Vediamo le differenze:
  • Mild-hybrid, o ibrido leggero:in questa configurazione, il motore elettrico è un propulsore di piccole dimensioni che assiste il motore termico nelle fasi di avvio, accelerazione e frenata. Permette di risparmiare carburante e ridurre le emissioni inquinanti nelle fasi di stress del motore (come gli start e stop cittadini).
  • Full-hybrid, o ibrido parallelo:in questa configurazione, il motore elettrico lavora in sincrono o alternativamente al motore termico, incrementando l’efficienza e la potenza finale del veicolo. Nell’auto è presente anche una piccola batteria d’accumulo, in grado di far muovere l’auto in modalità totalmente elettrica, ma solo per pochissimi chilometri.
  • Plug-In hybrid, o ibride “alla spina”: questa configurazione è uguale al full-hybrid, ma la batteria d’accumulo è più grande, e permette di muoversi con la sola trazione elettrica anche per più di 50 chilometri. Sono dette “alla spina”, perché si possono ricaricare anche collegando l’auto a colonnine, wall-box o prese elettriche.

Le migliori auto ibride: la nostra selezione

Ora che conosci vantaggi e svantaggi di questa tipologia di auto, ecco la nostra selezione delle migliori auto ibride in commercio:

Miglior auto ibrida: Suzuki Ignis, mild-hybrid

miglior ibrida Suzuki Ignis

La Suzuki Ignis è un SUV compatto e leggero, dall’aspetto grintoso e personale. È omologata per 4 persone, ma gli interni sono spaziosi e la dotazione di serie di buon livello: fari full led, climatizzatore automatico, touchscreen e aiuti elettronici alla guida.

La Ignis ha un propulsore mild-hybrid progettato da Suzuki. Associa un motore benzina 1.2 da 83 cavalli, a un motore elettrico da 12V, che aiuta l’auto nelle fasi di accelerazione e ripresa, e si ricarica autonomamente nelle fasi di decelerazione.

Vantaggi

  • È un’auto robusta e funzionale, in grado di affrontare ogni tipo di terreno: dal pavé cittadino agli sterrati di montagna
  • È ben equipaggiata, ed è disponibile anche in versione 4x4 con cambio automatico CVT

Svantaggi

  • Il piccolo propulsore elettrico lavora bene, ma l’incremento delle prestazioni è quasi impercettibile
  • Le plastiche sono economiche, e l’abitacolo non è ben insonorizzato, specie ad andature extraurbane


Perché raccomandiamo la Suzuki Ignis?

Perché tra le city car ibride, è quella che offre il miglior pacchetto prezzo/dotazioni.

Scopri tutte le nostre Suzuki Ignis

Miglior auto ibrida: Ford Puma, mild-hybrid

miglior ibrida Ford Puma

La Ford Puma nasce nel 1997 come coupé, ma nel 2019 è diventata una crossover compatta dalle linee affusolate e sportive. L’abitacolo è moderno e funzionale, e la sicurezza alla guida alta. Di serie ha il riconoscimento dei segnali stradali, il segnale di mantenimento corsia, la frenata automatica d’emergenza a basse velocità con rilievo di pedoni e ostacoli, i sensori di parcheggio con retrocamera.

La Puma è equipaggiata con l’EcoBoost Hybrid Ford. Associa un motore benzina 1.0 tre cilindri da 125 o 155 cavalli, a una batteria da 48 volt che fornisce una potenza aggiuntiva di 16 cavalli. La batteria si ricarica attraverso la frenata rigenerativa, e contribuisce a diminuire il consumo di carburante del veicolo.

Vantaggi

  • È un’auto moderna e tecnologica, dotata dei più recenti sistemi di sicurezza alla guida e di un sistema di infotainment completo
  • L’allestimento ST-Line X offre uno dei migliori rapporti prezzo/dotazioni della categoria.

Svantaggi

  • Come tutte le Ford, l’assetto è rigido. Garantisce una guida precisa e veloce, ma influisce sul confort di viaggio
  • Lo spazio sui sedili posteriori è poco, e l’abitacolo non è ben insonorizzato, specie alle velocità di crociera


Perché secondo noi la Ford Puma è una delle miglior mild-hybrid sul mercato?

LPerché il motore progettato da Ford è brillante e divertente ma soprattutto parco nei consumi.

Scopri tutte le nostre Ford Puma

Miglior auto ibrida: Hyundai Kona, mild e full-hybrid

miglior ibrida Hyundai Kona

La Hyundai Kona è una urban-crossover dalla linea curiosa e inusuale, caratterizzata da verniciatura bicolore, fari spezzati e vistosi montanti in plastica, che le danno un aspetto avventuriero. È un’auto “smart”. Attraverso un’apposita app, è infatti possibile controllare alcune funzioni da remoto, come l’accensione del motore, l’attivazione del climatizzatore e lo sblocco delle portiere.

Le proposte ibride della crossover coreana sono di due tipi. Il mild-hybrid è realizzato con un motore elettrico da 48 volt associato a un motore benzina 1.0 da 120 cv, o a un motore 1.6 diesel da 136 CV. In alternativa si può scegliere il motore 1.6 benzina full-hybrid, che raggiunge i 141 cavalli.

Vantaggi

  • La linea è curiosa e originale, e si discosta dal trend seguito delle concorrenti
  • Si guida molto bene. In città è agile e nell’extraurbano digerisce egregiamente le curve

Svantaggi

  • I fanali spezzati sono belli, ma restano più facilmente esposti agli urti
  • Con l’ultimo aggiornamento, a listino è rimasto solo il motore 1.6 benzina full-hybrid


Perché raccomandiamo la Hyundai Kona?

È un crossover dalle linee inusuali e ricercate, con una scelta di motorizzazioni ibrida adatta più esigenze

Scopri tutte le nostre Hyundai Kona

Miglior auto ibrida: Toyota Yaris, full-hybrid

miglior ibrida Toyota Yaris

La Toyota Yaris è una city car pratica, trasversale e solida, dai consumi bassi e dotazione di serie ricca. Le ultime versioni, costruite sulla piattaforma ibrida Toyota, si sono rifatte il look, abbandonando le linee gentili e accomodanti, in favore di un design futuristico e aggressivo, che gli ha conferito una personalità più marcata.

Dal 2021 la Yaris è equipaggiata con la quarta generazione del full-hybrid Toyota, composto da un motore benzina 1.5 tre cilindri, associato a un motore elettrico da 59 KW. L’accoppiata è capace di generare fino a 116 cavalli e permette, in città, di usare l’auto principalmente con la trazione elettrica, riducendo i consumi a livelli da record: fino a 25,5 km con 1 litro di benzina.

Vantaggi

  • È un’auto concreta, con una dotazione di serie ricca
  • Il motore full-hybrid Toyota di quarta generazione garantisce consumi da record

Svantaggi

  • Le ibride sono equipaggiate solo con la trasmissione CVT, che genera un effetto scooter non gradito da tutti gli automobilisti
  • Le finiture e i materiali degli interni, specie nelle versioni più economiche, sono poco curati


Perché raccomandiamo la Toyota Yaris?

Perché da oltre vent’anni è una best seller del settore, e il motore ibrido Toyota uno dei migliori in circolazione.

Scopri tutte le nostre Toyota Yaris

Miglior auto ibrida: Honda CR-V, full-hybrid

miglior ibrida Honda CR-V

La Honda CR-V è uno dei SUV più popolari al mondo. È un’auto compatta (4,60 metri), con un’abitabilità tanto elevata quanto curata, che la rende adatta a tutti gli usi: familiare, ricreativo e lavorativo.

Ha un design razionale e concreto, che negli anni si è affinato, senza mai essere radicalmente stravolto.

La CR-V viene proposta con la motorizzazione full-hybrid progettata da Honda e denominata e:HEV. Il sistema abbina un motore termico 2.0 benzina da 145 cavalli, a un propulsore elettrico, capace di far salire la potenza totale a 184 CV. L’auto è capace di avviarsi e muoversi per i primi chilometri in modalità full-electric, e di utilizzare in sincrono i due propulsori durante i normali spostamenti.

Vantaggi

  • Gli interni sono molto curati, con plastiche morbide e dettagli in radica nelle versioni più lussuose
  • La dotazione di sicurezza è di buon livello, e per i più esigenti è disponibile la trazione integrale

Svantaggi

  • Il design tipicamente nipponico può non piacere a tutti
  • Il sistema di infotainment nativo non è a livello delle dirette concorrenti


Perché consigliamo la Honda CR-V?

Perché le Honda sono sinonimo di solidità, tecnologia e affidabilità, e la CR-V ne è l’esempio perfetto.

Scopri tutte le nostre Honda CR-V

Miglior auto ibrida: Volkswagen Golf 7, mild e plug-in hybrid

miglior ibrida Volkswagen Golf 7

La Volkswagen Golf 7 è un’auto con una lunga storia alle spalle, simbolo della tradizione automobilistica tedesca. Si caratterizzata per un’elevata qualità costruttiva, una dotazione tecnologica all’avanguardia, e una dinamica di guida trasversale, capace di coniugare agilità sportiva e confort turistico come poche altre auto.

Con la serie 7 (2012-2021) è stata presentata una prima versione plug-in hybrid, denominata Golf GTE. Dalla serie 8 però la gamma si è ampliata, con 3 mild-hybrid e 2 plug-in hybrid.

Le mild, denominate eTSI, abbinano due motori benzina, un 1.0 tre cilindri da 110 CV e un 4 cilindri 1.5 da 150 CV, a un motore elettrico da 12 volt. Le plug-in invece, denominate GTE, hanno una batteria da 13 kWh, e sono in grado di percorrere fino a 80 chilometri con la sola modalità elettrica.

Vantaggi

  • Ha uno stile moderno ed elegante, che la rende un'auto sempre attraente e apprezzata
  • La qualità costruttiva è ottima, con materiali di pregio e buone finiture

Svantaggi

  • Il bagaglio delle versioni plug-in è ridotto
  • La storia e il marchio influiscono sul prezzo: rispetto alle dirette concorrenti, è più costosa


Perché consideriamo la Volkswagen Golf una delle migliori berline ibride in commercio?

Perché è un’auto iconica e sempre attuale, in grado di mantenere un buon valore negli anni nel mercato dell’usato.

Scopri tutte le nostreVolkswagen Golf 7

Miglior auto ibrida: Hyundai Tucson, full e plug-in hybrid

miglior ibrida Hyundai Tucson

La Hyundai Tucson è un SUV dalle linee massicce e futuristiche, che esprime al meglio i concetti di potenza, velocità e tecnologia, al centro della nuova linea stilistica e ingegneristica del colosso coreano.

A partire dalla 4° generazione (2021), è disponibile solo in versione ibrida, full o plug-in hybrid. La full è equipaggiata da un motore benzina 1.6, associato a un motore elettrico da 44,2 kW e una batteria da 1,49 kW/h, che immagazzina l'elettricità generata dal sistema di frenata e la riutilizza per alimentare il motore elettrico. La plug-in adotta lo stesso motore benzina, ma quello elettrico è da 66,9KW e la batteria da 13,8 kWh. In combinata, raggiungono i 260CV e l’autonomia in modalità totalmente elettrica è di 50 chilometri.

Vantaggi

  • Linea personale e futuristica, che armonizza il contenuto con la forma
  • Confort di bordo e dotazioni di sicurezza di prim’ordine

Svantaggi

  • Non digerisce la guida allegra e sportiva, dove sterzo e impianto frenante soffrono
  • Il bagagliaio, nelle versioni plug-in, è tra i più piccoli della categoria


Perché pensiamo che la Hyundai Tucson sia uno dei migliori SUV ibridi in circolazione?

Perché è un’auto solida ma progettata pensando al futuro, sia come linea che come dotazioni tecniche.

Scopri tutte le nostre Hyundai Tucson

Miglior auto ibrida: Toyota RAV4, plug-in hybrid

miglior ibrida Toyota RAV4

La Toyota RAV4 è il SUV che ha dato origine alla categoria. È un'auto apprezzata per la sua trasversalità d’uso, ma anche per l’affidabilità, il comfort di guida, lo spazio interno generoso e il basso consumo di carburante.

È costruita sulla piattaforma Toyota GA-K, progettata per ospitare la quarta generazione dell’apprezzato e collaudato full-hybrid Toyota. Nello specifico, la RAV4 è equipaggiata con un motore benzina 2.5, accoppiato a un elettrico capace di generare, nel complesso, 218 CV. I modelli 4x4 inoltre, aggiungono una seconda unità elettrica, dedicata alla sola trazione posteriore.

Vantaggi

  • È una della auto più affidabili sul mercato, venduta con una garanzia di dieci anni per tutte le parti elettriche e meccaniche
  • Già dagli allestimenti entry level, le dotazioni di confort e sicurezza sono ottime

Svantaggi

  • Il motore ibrido disponibile è solo uno. Per quanto affidabile, la scelta è limitata
  • Il design razionale giapponese può non piacere a tutti


Perché pensiamo che la Toyota RAV4 sia uno dei migliori SUV ibridi in circolazione?

Perché è un’auto solida, collaudata e affidabile, che offre una buona durata nel tempo e una bassa incidenza di guasti.

Scopri tutte le nostre Toyota RAV4

Compra la tua auto online facilmente!
Trova la tua auto